Salonicco – Manifesto solidale con cinque compagni anarchici sotto processo

da actforfree.nostate.net

trad. parolearmate.noblogs.org

La prova generale della guerra è finita, ora siamo muniti del suono del vento, mio fratello. Siamo dipinti con i colori della terra maledetta come un guerriero di prima linea infuriato, accompagnati dalle parole di uno stregone.

Un piccolo carico per questi piedi pesanti, come amuleto un occhio che troverà la menzogna e una fondina assetata di maggiore sangue. La fine e il nostro passo è più pesante, questa apparizione mette adombra persino la nostra tomba.

E tutto il male del mondo, in verità, non è abbastanza per fermare un corpo, pronto a morire. E solo quando ho pensato che questo momento mi stava cercando, ho capito che non ero solo.

Ero anche nella notte, vedi, del primo periodo, quando est, ovest, sud e nord si incontrano.

Li dove la morte prepara un’imboscata da molto tempo, essa sa bene aggirarsi intorno a quei posti. Come un coltello taglia la tensione che esiste, cosi intensa e dolorosa prima della battaglia. Pensi che ogni respiro sia veleno e ogni passo una tortura.

Un’atmosfera pesante, ma non la temo, perché per anni sono stato la sua parte più pesante. Tutto ciò che vedo non mi indebolisce e per la battaglia mi rimetto di nuovo la maschera.

Percepisco figure oscure che sono diventate la mia ombra, e dai venti del nord sento i passi nelle mie orecchie. Adesso al nostro passaggio il nostro sguardo risplende e nella nostra visuale il fuoco porta alla vita i nostri sogni.

Sempre in guerra e un fenomeno innaturale, l’inaspettato per gli altri a me sembra ovvio, nessuno può capire la mia gioia, perché se gli sfigati annegano, io sono nelle mie acque.

Anche se avessi compagnia, nello scontro sono da solo, una mia brutta abitudine l’andare sempre per primo. Senza protezione, senza precauzione, ho vissuto una vita in ciò che gli altri definiscono conflitto.

Dove sei diretto, dove, e cosa hai in mente, la battaglia della prossima vigilia sta iniziando, io dipingerò il colore del cielo viola, quindi fammi sapere cosa hai in mente.

Dove stai cercando, dove, e di nuovo ti sei perso altrove, prendi seriamente tutti i segnali del tempo.

Io seguo le tracce di un percorso vicino, e non aver paura io non mi perderò altrove.

LA BATTAGLIA DELLA PROSSIMA VIGILIA E’ INIZIATA

SOLIDARIETA’ AGLI OSTAGGI DI GUERRA:

SOLIDARIETA’ AGLI OSTAGGI DI GUERRA : G. SKOULOUDIS, B. TSILIANIDIS, D. DIMTSIADIS, D. FESSAS, S. TZIFKAS. PROCESSO VENERDI 21 MARZO 2012

Lupo del Chaos

This entry was posted in presxs and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.