Grecia – Lettera di E. Rallis

* actforfreedomnow

# cenere

Un tale avvicinò un prete e gli chiese la confessione al fine di ricevere il perdono dei peccati.

Quando gli domandò quale peccato avesse commesso lui gli rispose “una banale calunnia”.

Il prete disse che non poteva fare nulla in merito.

Quindi lui si chiese perché uno stupratore o un assassino potessero ricevere il perdono e lui no.

Il prete gli propose di prendere un cuscino, andare in cima ad una montagna, di squarciarlo con un coltello e poi di spargere in aria tutte le piume, riprenderle dopo una ad una e rimetterle dentro il cuscino. Solo dopo ciò avrebbe potuto fare qualcosa per lui.

Riguardo all’incidente avvenuto il 7/6/2011 in aula nella prigione di Koridallos, se solo fosse proprio questo. Disinformazione, fantasie, scenari, speculazioni, accuse, mandati, fotografie, processi in tv, bugie e altro.

Incidenti ne vedo danti, e ne leggo ancora di più.

Errikos Rallis

11/6/2011

 

This entry was posted in presxs. Bookmark the permalink.