Anarchici danno fuoco a due sexy shop di Salonicco

Il 18 novembre, con un comunicato diffuso in rete, un gruppo anarchico greco si è assunto la responsabilità di due attacchi incendiari ai danni di altrettanti sexy shop della città di Salonicco. Gli attentati si sono verificati all’alba di venerdì, 13 novembre, contro un locale della catena di sexy-shop “Eros” e all’alba di martedì 17 novembre ai danni del sexy shop “Dreams”. I due ordigni incendiari hanno provocato danni materiali, anche ad alcune auto parcheggiate nelle vicinanze, ma non hanno causato lesioni o vittime.

Dalla rivendicazione:

“…Questi negozi non hanno nulla a che vedere con la liberazione sessuale. Colpire un sexy shop significa mostrare il ruolo delle imprese dello spettacolo del sesso. Un settore relativamente nuovo, ma che non è diverso dagli altri, caratterizzato da gerarchia e competizione, dagli utili e dalle costose star, in contrasto con la coercizione ben nascosta…

La negazione di questo mondo di sfruttamento è la negazione dei ruoli sociali pre-definiti. Una consapevolezza di ingiustizia è l’inizio di una guerra. Impregnata di odio può solo andare avanti per la rivoluzione…

Con l’azione anti-autoritaria fino a che la società sarà liberata.

Anarchici per l’aggravamento della competizione sociale

Rivendicazione in greco:

athens.indymedia.org/front.php3?lang=el&article_id=1105948

This entry was posted in azioni dirette and tagged . Bookmark the permalink.