Atene: Giro di vite da parte della polizia e arresti dopo un’azione diretta in Exarchia

tratto da it.contrainfo

Oggi (03/01/2012) la Cellula Solidale “In Carcere et Vinculis” ha rivendicato la responsabilità per l’attacco – probabilmente con dei martelli – nell’edificio in via Solonos, nel centro di Atene, del 2 Gennaio 2012. Verso le 22.30 hanno rotto le vetrine del fast food Goody’s e del IEK Domi, un’istituto privato per qualificazioni professionali in solidarietà con la prigioniera anarchica Stella Antoniou. Con nostra grande sorpresa, il comunicato non ha menzionato il fatto degli arresti e della repressione attuati dalla polizia dopo questa azione.

I poliziotti hanno lanciato una caccia all’uomo, sia in Piazza Exarchia che nelle viuzze circostanti. Le squadre di polizia hanno rotto i vetri di almeno due caffetterie della zona, diffondendo il terrore ed occupando le strade. Cinque persone in totale (17, 20, 22, 29 e 32 anni) sono state arrestate e trattenute nel quartier generale della polizia. Alcuni di loro potrebbero venir accusati di crimini. A mezzogiorno di martedì 3 Gennaio è stato riferito che i cinque arrestati avrebbero dovuto comparire di fronte al pubblico ministero presso il tribunale Evelpidon di Atene.

Un commentatore su Indymedia Athens suggerisce che la furia dei poliziotti può anche essere ricollegata al video che segue, un prezioso documento sullo sciopero generale del 29 Giugno che è stato ampiamente diffuso la mattina stessa 02/01/2012 – da RealDemocracyGr – anche con sottotitoli in inglese:

Il processo è stato fissato per il 5 Gennaio, almeno 3 degli arrestati sono ancora in custodia cautelare, mentre il minore è stato rilasciato.

fonti: a, b, c, d

Aggiornamento (05/01): Tutti gli arrestati sono stati rilasciati.
Il processo è stato spostato al 13/01

This entry was posted in azioni dirette, presxs and tagged . Bookmark the permalink.