Rivendicazione di un attacco incendiario ad una banca a Salonicco


da actforfree.nostate.net

trad. tomo
4/12

Nel contesto delle azioni solidali polimorfe portate avanti per ogni combattente prigioniero, consideriamo necessaria la guerriglia incendiaria, così come consideriamo necessaria ogni azione controinformativa. Dai volantini e testi solidali, occupazioni-interventi, proteste ed assemblee fuori dalle prigioni, agli incendi-sabotaggi notturni, ognuno con il modo di azione che ha scelto mostrando al meccanismo dello stato che nessun combattente imprigionato sarà lasciato solo.
Questo è perché abbiamo scelto di attaccare con un ordigno incendiario formato da 4 bombole di gas la National bank all’angolo tra via Venizelou e via Amorgou (quartiere Triandria) alle 3.27 del 4 dicembre, volendo dare forza al compagno anarchico Rami Syrianos, che sarà processato lunedì 5 dicembre per l’esproprio di denaro da un’asta di enti statali, atto che difende orgogliosamente e per il quale s’è assunta la piena responsabilità. Vogliamo dare un messaggio al compagno, così come ad ogni combattente imprigionato, che non lasceremo mai qualcuno da solo. IL NOSTRO FUOCO VI TERRA’ COMPAGNIA
LIBERTA’ ALL’ANARCHICO RAMI SYRIANOS, ACCUSATO PER L’ESPROPRIO DI DENARO DA UNA CASA D’ASTE.
BASTA ALLA PERSECUZIONE DI KLEOMENIS SAVVANIDIS, CHE è PERSEGUITATO CON ACCUSE FASULLE PER LO STESSO CASO.


COMMANDO “SOLIDARIETA’ AGGRESSIVA”

This entry was posted in azioni dirette, presxs and tagged , . Bookmark the permalink.