Pacco incendiario al premier indagati due anarchici greci


fonte:stampadiregime

Due anarchici greci sono indagati per il pacco incendiario diretto al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi trovato a bordo di un aereo all’aeroporto Marconi di Bologna nel novembre 2010. I due sono legati alla Cospirazione delle cellule di fuoco, che ha rivendicato l’invio di una serie di plichi incendiari, fra cui proprio quello indirizzato al premier, che è parte lesa nel procedimento.
Il plico fu intercettato su un aereo cargo proveniente da Atene e diretto a Parigi. Dopo l’allarme, l’aereo era stato fatto atterrare al Marconi; conteneva un libro infarcito di polvere pirica, e poteva mettere in pericolo l’incolumità del destinatario.
Hristos Tsakalos e Giorgos Nikolopoulos, questi i nomi dei due anarchici, sono stati arrestati dalle autorità greche lo scorso marzo, perché sospettati di aver inviato il pacco diretto al presidente del Consiglio. Soltanto oggi si apprende la notizia perché i due hanno ricevuto nei giorni scorsi un invito a comparire dalla procura bolognese che ha disposto la consulenza balistica sull’esplosivo. La perizia sarà svolta dalla gabinetto di polizia scientifica del ministero dell’interno.
Il mondo antagonista ha condannato l’atto, che è formalmente tecnico. Sul sito Inform-azione si parla di “escalation repressiva interstatale” e si ipotizza che le autorità greche abbiano “occultato” questo documento in combutta con le autorità investigative italiane.

 

This entry was posted in presxs and tagged . Bookmark the permalink.