L’anarchico Aris Sirinidis è libero!

# cenere

Dal 1° braccio della prigione di Koridallos alzo il mio pugno chiuso verso i miei compagni, tutti i combattenti, con la certezza che li troverò di nuovo nel campo della guerra sociale e di classe, più decisivi, più militanti e più forti.

Aris Sirinidis

 

This entry was posted in presxs and tagged . Bookmark the permalink.