Attaccato l’archivio giudiziario a Santiago del Cile

fonte: Liberación Total

Il 16 febbraio siamo tornati all’offensiva, provocando un forte botto in
prossimità dell’archivio giudiziario di calle Carmen, contigua
al luogo in cui gli sbirri accumulano i loro veicoli antisommossa.

Abbiamo realizzato quest’azione, tra i tanti motivi, con la scusa di ricevere
con più energia ed odio che mai il nuovo governo. Ci
dichiariamo da subito in piede di guerra di fronte a questo ed a
qualsiasi altro che pretendano governarci.

Speriamo che la carica, semplice ed artigianale (realizzabile da qualsiasi),
sia stata ascoltata dai compagni prigionieri, da Cristián,
Flora, Matías, Pablo, Axel e tanti altri, da Diego Ríos
e tutti quelli che hanno deciso di dedicare la propria esistenza alla
guerra contro la dominazione.

Inviamo un forte ed energico appello all’azione, alla propaganda ed alla
solidarietà.

This entry was posted in azioni dirette and tagged . Bookmark the permalink.