Cile – Sabotati uffici pubblici e attacco incendiario contro il ministero della giustizia a Linares

fonte: Liberación Total

La notte di giovedì 3 dicembre, verso le 24, ci siamo recati agli uffici pubblici del municipio, della tesoreria ed altri in cui i cittadini di questa città versano il denaro persino per poter lavorare legalmente, continuando a riempire le tasche dei borghesi di questo stato capitalista.

L’azione è consistita nel tagliare i cavi delle trasmissioni telefoniche, in questa maniera tutti gli uffici sono rimasti
scollegati ad internet, al fax ed alla telefonia… sono stati tagliati oltre 20 cavi. Quest’azione è stata commessa con la
presenza del custode, che riposava in quel momento… permettendo un miglior lavoro di sabotaggio.

Sull’attacco al ministero di giustizia, è stato effettuato alle 5 di mattina di sabato 28 novembre. Siamo entrati nel posto ed abbiamo sparso del combustibile su porte e finestre, e poi abbiamo dato fuoco. Purtroppo il fuoco non s’è diffuso come voluto e solo per pochi secondi la porta d’ingresso s’è vista avvolta dalle fiamme, lasciando solo una macchia nera in quel luogo immondo, in cui si dettano le sentenze, si inviano persone nei centri di tortura e detenzione, si ordinano le perquisizioni ed i cani da guardia dei borghesi impongono la forza e la violenza sulla cittadinanza ed i
popoli originari Mapuche…, nel momento della fuga, frustrati per non esser riusciti in quanto progettato, si è dato fuoco ad un cartellone pubblicitario di un politico.

BACTERIAS NEGRAS REVOLUCIONARIAS

(batteri neri rivoluzionari)

Danni e distruzione a questa società capitalista

Un MARICHIWEU per le comunità mapuche
Che ogni attacco si moltiplichi come i batteri

This entry was posted in azioni dirette and tagged . Bookmark the permalink.