Cile – Attentato incendiario contro Servipag*

fonte: Fondazione Roscigna

Alle 2.30 di mercoledì 18, ancora una volta come cellula nera antiautoritaria siamo riusciti ad eludere il guardiani dello stato, armati e disposti a distruggere la quotidianità che attualmente regna in questa società, abbiamo iniziato la nostra azione, ci siamo rivolti contro una delle proprietà che giorno per giorno ordina alla civilizzazione di rifornirla sotto forma di pagamenti e di scambio di soldi per i biglietti per i mezzi pubblici, localizzata in calle Pajaritos, comune di Maipú (Santiago). Organizzati, 2 di noi sono entrati saltando la recinzione ed eludendo la sicurezza hanno provveduto ad irrorare le pareti, il suolo, l’insegna e la saracinesca con benzina e lasciando anche degli stracci. Quindi, dopo aver saltato la recinzione, altri 2 compagni hanno lanciato 2 bombe di vernice e 3 molotov. La proprietà ha preso fuoco e, prima di abbandonare il posto, abbiamo lanciato dei volantini che dicevano:

“Per la distruzione d’ogni schema imposto dal potere, che le parole si trasformino in fuoco e che regni il caos in questa società codarda e sottomessa.”

La guerra è dichiarata e non ci riposeremo fino a vedere questa società in fiamme.

Che le azioni si moltiplichino, così come la solidarietà verso i prigionieri.

Fuoco e caos organizzato contro l’autorità.

Celula negra antiautoritaria

*
Servipag è attiva nel campo delle transazioni, pagamenti e riscossioni.

This entry was posted in azioni dirette and tagged . Bookmark the permalink.