Chernigov, Ucraina – Bombardati forni crematori utilizzati per incenerire i corpi di cani randagi

da actforfree

trad. orizzontelibertario

Verrà il giorno in cui gli uomini giudicheranno l’uccisione di un animale come essi giudicano oggi quella di un uomo.

Verrà un tempo in cui condanneremo il fatto di nutrirsi di animali comeoggi condanniamo quello di nutrirsi di nostri simili.”

Leonardo da Vinci

Il modo in cui trattiamo gli altri animali dimostra in che misura siamo esseri umani. Senza gli animali non ci sarà l’umanità. In un mondo privo di vita animale e vegetale, la vita umana costerà meno di niente.

Così il 9 maggio, ci siamo avvicinati ad un luogo utilizzato come discarica per rifiuti solidi. Il nostro obiettivo era la società incaricata, della cattura e dello smaltimento di animali randagi, le gabbie con i cani randagi catturati, i forni crematori e l’ufficio aziendale. Vale la pena ricordare che l’ufficio aziendale sfoggiava un cartello che diceva “Veterinario”. Servizio di assistenza animale nel mezzo del mucchio di spazzatura – un paradosso della civiltà. I servizi di cura degli animali dovrebbe lavorare per il bene degli animali, non per le autorità comunali.

Tuttavia, non siamo riusciti nel nostro piano per danneggiare o distruggere l’intera infrastruttura: il putiferio sollevato dai cani imprigionati poteva allarmare la guardia notturna che opera durante quelle ore. Alcuni minuti dopo sono comprarsi un branco di cani randagi. Si seppe che vengono utilizzati come guardie extra, per vigilare su eventuali fughe degli altri cani o eventuali sabotaggi. E ironico come questa attività riproduce il modello della “vittima-guardia carceraria”, dove i randagi che vivono presso il sito si guadagnano da vivere condannando altri cani . Proprio come gli ebrei collaborazionisti che hanno scelto di sostenere la legge e l’ordine nei campi di sterminio nazisti.

Così abbiamo iniziato con un bombardamento al forno crematorio e poi concluso con una bomba di gas all’interno del forno. Abbiamo fatto questo sotto le luci di un camion della nettezza urbana e sotto la vista dei lavoratori dello stabilimento. 20 minuti dopo la bomba scoppiò con il caratteristico “boobooh”. Questo è il nostro rito di purificazione per le anime dei cani cremati.

Non abbiamo esperienza nel far saltare in aria i forni crematori, né abbiamo le grandi aspettative per quanto riguarda l’esito di questo attacco. Una legge terribile è passata alla vigilia della Coppa del mondo di calcio che si svolgerà quest’anno in Ucraina. Parliamo degli animali che non scelgono di vivere le strade della città, ma finiscono lì per la volontà umana e per la logica dello sviluppo della civiltà. Bene, le maschere degli uomini che fingono di aver cura degli animali umana sono cadute: i servizi comunali sono tenuti a cacciare e uccidere i nostri fratelli e sorelle a quattro zampe. Si tratta di una sanguinosa pulizia in attesa di ospiti provenienti dal “West civilizzato”. Ed è la stessa merda che è stata effettuata in Russia, diversi anni fa, per l'”Eurovisione”.

Gli attivisti russi e ucraini per i diritti degli animali stanno organizzando veglie e cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione, mentre i crematori di questi campi di stermini moderni continua ad uccidere senza sosta. Questa azione è il nostro magro contributo per la causa comune. Piccolo e insignificante nel quadro generale, ma pieno di sincero sdegno e determinazione. Gli animali sono costretti a vivere nel mondo degli esseri umani. In un mondo in cui anche molti esseri umani non vorrebbero vivere e: un mondo in cui le statistiche, le entrate previste e le entrate regnano il valore della vita.

E’ difficile non notare: la crudeltà nei confronti di coloro che stanno “sotto” nella gerarchia delle specie cosi come la crudeltà e la freddezza nei confronti di altri esseri umani. E viceversa: se ci viene insegnato che è giusto vivere con un sistema carcerario per gli esseri umani (con tutti i suoi attributi macabri e le caratteristiche di repressione e di coercizione), sarà quindi più facile per noi concordare l’esistenza dei campi di sterminio per degli animali “minori”? queste relazioni duali succhiano da noi tutto ciò che resta di umano e di dignitoso.

Questo attacco è stato condotto in uno spirito fiammeggiante di solidarietà con la lotta anti-carcere condotta da altre cellule FAI in tutto il mondo, specialmente con i membri del CCF imprigionati in Grecia. La vostra forza di volontà e la disponibilità a combattere ci ispirano. Olga! L’impossibilita’ di aiutarti direttamente ci trasforma in bestie feroci. Forza e buona fortuna per Eat e Billy, i membri incarcerati della FAI indonesia, e i loro compagni in fuga. Stessa cosa vale per Silvia, Costa e Billy, così come Marco Camenisch – . Luca e gli altri anarchici italiani, finiti sotto la repressione di Stato per la loro lotta NO TAV! Tortuga dallo stato di cileno! Coraggio! La lotta continua! Resisti!

Two sequoias, ALF, Informal Anarchist Federation/ International Revolutionary Front

P.S. In risposta al recente comunicato, pubblicato dal nuclea “Olga” del FAI. Amici! Per la lista dei peccati di Finmeccanica possiamo aggiungere altri due: uno è l’accordo con le autorità russe per quanto riguarda la vendita di mezzi leggermente blindati e carri armati su due ruote, equipaggiamento che mal si adatta per un guerra, ma l’ideale per reprimere gli insorti ceceni e per reprimere le grandi manifestazioni civili che ultimamente hanno percosso la Russia.

This entry was posted in azioni dirette and tagged , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.