(pdf) Federico Buono: “Il Tempio della profezia” _ “Le Impugnazioni. Seconda Parte”.

Intro_Il Tempio della profezia

Nella seconda parte sulle impugnazioni è esplicato in materia metaforica-allusiva, l’essere:soggetto imputato.

In una duplice veste.

 

Il metodico strutturare di questa duplice veste (che è indice_ veste di un indurre alla semplificazione paritetica del se-soggetto) rende il “processo”,un processo di ambigua giustapposizione di esplicitazione programmatica.

 

La riduzione del se-soggetto a “soggetto”in un induzione a forma strutturata amplia i termini di derivazione in un tempo che è limitato ,dove l’essere se-soggetto ,è definito in maniera definita come” soggetto Imputato”,che diventa un “termine” limitante.

 

Segni Chiarificatori dell’essere soggetto in una definizione data in maniera definita esprimono le proprie clausole procedurali al se-soggetto stesso.

 

L’antigiuridismo anarchico amorale come premesso nella precedente introduzione va a colpire il sacro altare del “giusto diritto”,dove l”esprimersi dei Segni Chiarificatori imprimono l’annullamento di ogni scelta peculiare andando a rimarginare completamente(e non di striscio)la contrapposizione di un approsimmativa “resa”alternativa dell’uso della forma del diritto e la sua controparte.

 

L’antiguridismo anarchico amorale estende la propria negazione ad ogni minimo contatto con la “giustizia”,andando a ricercare la sperimentazione della vita stessa all’estremo di questo sperimentare.

 

La forma composta di una forma conforme alla “giurisprudenza”,stabilisce e redime,occludendo,ogni scelta che appartiene all’individuo .

 

Nella negazione del “diritto_dovere”,in termini amorali,si annulla ogni profferire

di una profetica profezia.

 

Ad ognuno il suo scegliere..

 

Federico Buono – Edizioni Cerbero

 in pdf:   il tempio della profezia  

This entry was posted in informalidad and tagged , , , , . Bookmark the permalink.