CCF-Russia / FAI-IRF incendia veicolo della polizia a Mosca durante proteste

da 325

trad. tomo

Dopo il 4 dicembre (giorno delle elezioni in Russia), quando lo stato russo ha schierato numerose forze militari e di polizia a Mosca e la gente comune è scesa nelle strade per urlare “quando è troppo è troppo” in faccia agli sbirri e ai burocrati corrotti in tutte le maggiori città russe, gli anarchici erano impegnati in assemblee, organizzazione e propaganda.
La settimana scorsa ha visto diversi scontri di gente comune con la polizia (gli anarchici hanno preso parte a queste lotte):
avtonom 1 e avtonom 2
Questo “dissenso popolare” è espresso non solo a Mosca, ma anche a San Pietroburgo, Nizhnii Novgorod, Tyumen e altre grandi città.
L’opposizione del sistema ha lanciato un appello per un corteo di massa per il 10 dicembre. Loro ed i sinistrorsi autoritari hanno cercato di arrivare in cima alla situazione e di dirigere il malcontento verso il riformismo liberale e pratiche pacifiste.
Domani sarà il giorno per cui abbiamo lottato tanto duramente per vederlo arrivare. Domani è il giorno che il regime russo aspetta con paura.
Non essendo i meno tra coloro che hanno aiutato a costruire la situazione, continuiamo a spingere per un carattere più radicale di sollevazione popolare, il 09/12/11 abbiamo incendiato una macchina della polizia. Solidarietà con tutti gli insorti attivi, solidarietà a tutti gli anarchici rivoluzionari in prigione!
Premere per una rivoluzione anarchica

Occupy Red Square!
Cospirazione delle Cellule di Fuoco, Cellula russa, FAI/FRI 

This entry was posted in azioni dirette and tagged , , , . Bookmark the permalink.