Russia – Comunicato solidale della FAI-CCF Russa ai membri della CCF e a tutti gli anarchici prigionieri

da 325

trad. cenere

Mentre leggiamo lettere scritte da compagni prigionieri e i loro comunicati, possiamo sentire con tutti i nostri cuori il loro disprezzo verso lo status quo, la loro ansia nel creare un altro mondo distruggendo questo. Ogni riga di questi testi scorre come un flusso nelle vene. Arriva dritto al centro e resta per sempre nell’anima.

Mentre camminiamo nelle scure e fredde strade delle metropoli, non dimentichiamo mai le centinaia di compagni prigionieri e le migliaia di quelli che sono morti. Il dolore si mischia alla rabbia incanalata in un prisma di consapevolezza rivoluzionaria ci da un grande impulso per rendere reale la rivoluzione.

Quando la paura e il terrore di questo mondo ci rinchiudono, qualche volta è difficile tenere la posizione e non cadere nell’apatia e nella depressione. E solo i raggi luminosi di una stella sempre splendente fende l’oscurità e da speranza. Ogni giorno essi rinsaldano il nostro intento di agire con calore, ogni giorno soffiano nuova vita nel nostro essere selvaggi nel cambiare questo mondo in meglio, per diventare migliori noi stessi. La stella si chiama Solidarietà.

Parole infiammate dalla bollente Grecia allontanano il freddo durante i rigidi inverni russi. Non vi abbiamo mai visto, e c’è la possibilità che non vi vedremo mai, compagni. Ma voi siete più vicino a noi rispetto a migliaia di persone che abbiamo conosciuto durante le nostri brevi vite.

Le nostre roventi parole faranno un lungo e difficile viaggio. Correranno selvagge tra le foreste russe, immolando veicoli da cantiere, e si innalzeranno sulle grigie strade di Atene, bruciandole con le fiamme delle stazioni di polizia incendiate. E alla fine tramite le sbarre delle prigioni arriveranno nelle vostre celle, beffando tutte le misure di sicurezza.

Volendo concretizzare i nostri più sinceri sogni nelle strade delle metropoli, veniamo a chiamare gli altri amici. Troviamo gente sulla quale possiamo contare in ogni situazione. Gente cosi vicina, possiamo condividere tutto ciò che abbiamo con gli altri.

Il potere tenta di isolare e rompere la nostra resistenza, di prenderci uno ad uno. Vogliono instillare sentimenti di paranoia e sfiducia. Ma falliranno. Nonostante le loro aspettative, diventiamo sempre più vicini gli uni con gli altri.

E mentre la nostra attività ci mette in grave pericolo, noi ancora sogniamo il giorno, quando potremo riunirci in una piccola casa di campagna. Berremo tè alle erbe che abbiamo raccolto con le nostre mani e condivideremo i nostri piani con sorrisi e risate.

E scambiando racconti delle nostre azioni. E questo giorno non è lontano.

E ritorniamo sulla strada dell’avventura. Alziamo i nostri pugni per voi e desideriamo la vostra libertà. Saluti infiammati e abbracci roventi. E ricordate, non siete soli in questa lotta!

Federazione Anarchica Informale/Fronte Rivoluzionario Internazionale, Cospirazione delle Cellule di Fuoco : Cellula Russa

This entry was posted in informalidad and tagged , , . Bookmark the permalink.

1 Response to Russia – Comunicato solidale della FAI-CCF Russa ai membri della CCF e a tutti gli anarchici prigionieri

  1. Pingback: Una fiamma di solidarietà da parte dell’O.R. CCF per i fratelli e le sorelle in Cile « Contra Info

Comments are closed.