Belgio – Sabotaggi e fuochi di Ottobre

da suieetcendres

trad. cenere

3 Ottobre

Bruxelles – All’una di notte, un veicolo è andato a fuoco a Saint-Gilles. Le fiamme hanno anche danneggiato un negozio vicino.

Charleroi – Il fuoco ha distrutto un bus e una macchina parcheggiati in un deposito. Il deposito non è stato troppo danneggiato dal fuoco.

Frameries – Nel tardo pomeriggio, un edificio usato dal City Services è stato bruciato. I pompieri hanno evitato l’esplosione delle bombole di gas.

6 Ottobre

Mons – Da più di 15 giorni, auto e veicoli vengono bruciati in alcune regioni vicino Mons. Solo la notte scorsa, 10 veicoli sono stati bruciati. I pompieri dicono che gli incendiari potrebbero usare materiale da barbecue per appiccare il fuoco.

 

8 Ottobre

Charleroi – I veicoli continuano a bruciare nelle ultime settimane. La scorsa notte un’auto a Marcinelle, 3 auto e un camion a Jumet, alcune auto a Chatelet e una Chrysler a Chatelineau.

 

9 Ottobre

Liegi – Giovani hanno bruciato una cabina dell’alta tensione, probabilmente gettando all’interno delle piccole bombe. I pompieri hanno evitato l’esplosione.

Andenne – Quattro prigionieri a Andenne hanno preso in ostaggio due guardie. Erano armati di lamette e coltelli autoprodotti. Una guardia è stata colpita e lasciata dentro la prigione, l’altra è stata condotta via. I prigionieri hanno preso un veicolo penitenziario per fuggire. Qualche tempo dopo, si sono imbattuti in un posto di blocco. Dopo, hanno avuto un incidente e sono scappati a piedi. Tre sono stati catturati, uno non ancora.

La giustizia sta investigando sulla possibilità di chiudere le porte della prigione quando le guardie sono prese in ostaggio. Il sindacato delle guardie denuncia questa possibilità, dicendo che sarebbe come giocare con le vite delle guardie. Negli ultimi mesi, il numero di evasioni con guardie in ostaggio si è moltiplicato esponenzialmente.

 

11 Ottobre

Jambes – Incendio nella prima mattinata alla scuola “Internate” (dove gli alunni devono rimanere durante la settimana). Il fuoco ha distrutto almeno 20 aule, danneggiando il resto dell’edificio. Visto che il fuoco è divampato nella prima mattinata, nessuno era ancora nell’edificio. La direzione sta cercando soluzioni alternativa per continuare lo svolgersi delle lezioni.

 

12 Ottobre

Sint-Truiden – Il fuoco ha distrutto completamente CASA shop, danneggiando anche altri negozi (Brantano, Primo, ecc) nello stesso complesso commerciale. Il fuoco è divampato intorno al’1:30 di notte e la polizia sta ancora cercando tracce del materiale usato ecc.

Ghent – “Con il pretesto del dibattito organizzato da NSV (organizzazione studentesca fascista) con Krisztina Morvai, abbiamo gettato vernice rosa sull’edificio del partito fascista Vlaams Belang. In questo modo abbiamo dato il nostro contributo al dibattito. NESSUNA DISCUSSIONE COI FASCISTI, VANNO FERMATI. Saluti militanti a tutti quelli che lottano per la libertà“.

Herve – Un furgone è stato bruciato nelle prime ore della notte e completamente distrutto

Brain-L’alleud – Un furgone è stato distrutto da un incendio a tarda notte

Nivelles – Nella notte, in diversi punti della città, cinque auto sono state date alle fiamme.

 

13 Ottobre

Gembloux – Incendio notturno contro una concessionaria auto. Due macchine di fronte alla concessionaria (una audi A6 e un VW Touran 4×4) sono state distrutte dal fuoco. L’edificio è rimasto solo leggermente danneggiato.

 

15 Ottobre

Geraardsbergen – Vandali hanno causato grandi danni ad un grande cantiere di case popolari. Gravi danni alle ruspe e i tubi dell’acqua sotterranei sono stati distrutti, ecc

 

16 Ottobre

Bruxelles -Il giudice della Corte di pace (che presiede anche cause minori come mancato pagamento di affitti, squatting, conti non saldati, ecc) di Schaerbeek, Eric Dierickx, ha denunciato che per la settima volta in breve tempo è stato minacciato di morte. Una persona è entrata in aula e ha minacciato di uccidere il giudice. E’ andata via dal tribunale prima che la polizia potesse arrestarla, e quando il giudice ha lasciato l’edificio qualche tempo dopo sempre quel giorno, la persona era di nuovo per strada a minacciarlo. La polizia ora ha dato una sorveglianza extra per il giudice e per il tribunale. La polizia prende queste minacce molto seriamente, visto che l’anno scorso un giudice e i membri dello staff sono stati uccisi in aula.

Bruxelles – In una scuola superiore a Saint-Gilles, ci sono stati scontri dopo che la direzione ha ordinato una perquisizione corporale di alcuni giovani per ritrovare della merce rubata. Gli alunni si sono rifiutati di rientrare nelle classi e hanno iniziato a rompere finestre e a danneggiare l’edificio. La polizia è intervenuta per calmare la situazione.

Qualche giorno dopo, ignoti sono entrati in un’altra scuola a Saint-Gilles, rubando tutto ciò che avesse valore e distruggendo quasi tutti le classi e gli uffici della scuola. La direzione dice che questo è chiaramente un atto di vendetta dopo gli scontri nell’altra scuola. Il danno è stato cosi grande che la scuola rimarrà chiusa per diverse settimane.

Marches – Ignoti hanno dato fuoco a dei cestini di una scuola superiore. Il fuoco si è sparso e ha distrutto una gran parte della scuola superiore. Non ci saranno lezioni nel tempo a venire.

 

17 Ottobre

Bruxelles – Circa 150 persone hanno partecipato ad un corteo in supporto di Nordin Benallal, imprigionato nel modulo di isolamento nella prigione di Bruges. Il corteo, organizzato dalla famiglia di Nordin, dinnanzi al tribunale è stato organizzato per denunciare in generale i moduli di isolamento e gli “abusi dentro le prigioni”. I fascisti hanno organizzato un po’ dopo un controcorteo. Erano in 20 a chiedere una repressione più dura.

Charleroi – Alcune auto bruciate nella notte, soprattutto in periferia, ma anche nel centro cittadino. La stampa dice che ormai è una costante nelle ultime settimane, con auto bruciate ogni notte.

Huy – Ancora una volta fuoco ai cestini di una scuola superiore. La struttura è stata danneggiata, ma l’edificio ha resistito alla rabbia degli incendiari. La direzione parla di emulazione di ciò che era successo il giorno prima a Marches.

Liegi – Giovani hanno rubato l’auto del loro insegnante e l’hanno fatta sbandare in un fiume. Sono stati catturati mentre la macchina andava a picco.

 

18 Ottobre

Bruxelles – Poco prima dell’apertura del tribunale a Bruxelles alle 9, il fuoco è divampato nei sotterranei dell’edificio. L’intera struttura è stata evacuata, i pompieri hanno facilmente interrotto il propagarsi del fuoco. Sembra che il fuoco sia iniziato da una pila di carte. Intorno alle 10, magistrati e avvocati sono potuti rientrare nell’edificio.

Bruxelles – Circa 200-300 persone hanno preso parte ad un corteo davanti il centro di detenzione per migranti 127bis a Steenokkerzeel, sostenendo la distruzione di tutti i centri di detenzione. Una gran parte dei dimostranti era mascherata. Arrivati dinnanzi al centro, i dimostranti hanno iniziato a tranciare la recinzione. Il cancello principale è stato distrutto. L’antisommossa dentro ha protetto il centro dall’invasione dei manifestanti. Sassi sono stati lanciati contro i poliziotti e le guardie del centro. Nessun arresto durante e dopo il corteo.

Zeebrugge – Una gran parte del traffico portuale è stata paralizzata per più di un giorno. Il fuoco ha distrutto dei cavi e paralizzato la segnaletica e i comandi del porto. Il blocco ha interessato anche il traffico navale interno al paese (fiumi e canali) in direzione del mare. Le cause non sono state ancora determinate.

Ghent – Un’Audi è stata bruciata. Gli incendiari hanno rotto il finestrino, cosparso liquido infiammabile dentro e appiccato il fuoco. L’Audi è stata completamente distrutta.

 

19 Ottobre

Estampuis – Un edificio occupato da più compagnie (un call center, la redazione del catalogo La Redoute, alcuni servizi cittadini, ecc), è stato distrutto dal fuoco nella notte. La polizia sospetta l’incendio doloso.

Mons – A Saint-Ghislain e Hornu, alcune auto bruciate nella notte. Alcune pile di spazzatura sono andate in fiamme. La polizia ha arrestato due giovani.

Hornu – Alcune auto e furgoni incendiati nella notte.

Charleroi – A Mottignies, bruciate e distrutte dei garage e delle auto.

Braine-L’alleud – Ancora un furgone è stato bruciato durante la notte e completamente distrutto.

 

20 Ottobre

Anderlecht – Ad Anderlecht, due stazioni di polizia sono state attaccate nelle ultime settimane. La polizia si rifiuta di commentare questi eventi in una “zona altamente sensibile”, solo ora qualche informazione è venuta fuori. Una caserma, la più grande di Anderlecht e sempre aperta, è stata attaccata con un “fucile a piombini”. I proiettili hanno rotto venti finestre. Nessun agente ferito. La stessa notte, una granata è stata lanciata contro lo showroom di una concessionaria di auto a Anderlecht. Nel corso della settimana, un’altra stazione di polizia è stata attaccata con dei sassi. L’unico commento della polizia è stata “almeno non ci sono più del solito incendi di auto”. I giornalisti dicono che l’aumento di questa violenza potrebbe essere collegato ad una grande operazione di polizia fatta ad Anderlecht qualche settimana fa.

 

23 Ottobre

Tournai – Intorno alle ore 19, i pompieri sono stati chiamati ad intervenire per un incendio in un cantiere sito in rue de la citadelle. Quando sono arrivati, hanno visto che il fuoco consisteva solo in una pila di pedane in fiamme. Hanno spento l’incendio senza troppi problemi. La polizia cerca gli incendiari.

Izegem – Vandali hanno danneggiato diverse classi e uffici in una scuola a Izegem. Sembra che abbiano preso di mira gli uffici degli insegnanti e del preside. I genitori del consiglio dei genitori ha chiesto aiuto al personale della scuola per sistemare i danni. Le lezioni sono state sospese per qualche giorno.

 

24 Ottobre

Arlon – Intorno alle 15.30, una parte della città di Arlon così come i paesi di Autelbas, heinsch, hachy, Chantemelle, Wolkrange, Hondelange e Vance sono stati colpiti da un blackout elettrico.

Esso è stato provocato da un incendio in un edificio di uffici e una cabina elettrica di alta tensione, in Patton Avenue, Arlon.

I pompieri ovviamente non hanno potuto usare l’acqua per spegnere il fuoco, a causa della presenza dei circuiti ad alta tensione.

Tre ore dopo, l’elettricità è stata ripristinata. Il blackout ha coinvolto l’ospedale, le luci stradali, i grandi supermercati e il grande negozio Ikea a Sterpenich. Per l’ospedale, un gruppo elettrogeno d’emergenza è stato attivato.

 

25 Ottobre

Anderlecht – Domenica sera, il fuoco è divampato davanti al Football Stadion Constant Vanden Stock a Anderlecht. Il fuoco ha danneggiato lievemente la parte dove ci sono il negozio e il centro congressi. La polizia sta investigando, potrebbe essere stato un cortocircuito ma non si esclude la responsabilità di alcuni vandali.

Stekene – Nella notte tra domenica e lunedì, intorno alle 4, un’auto è stata bruciata a Heirweg.

Mons – In pochi minuti, due veicoli sono stati bruciati e completamente distrutti.

 

26 Ottobre

Quenast – Ignoti hanno gettato sassi contro la vetrina di ingresso di un grande negozio di materiale elettrico per la casa e cucine, dopo hanno dato fuoco al negozio. Il danno è stato grande, il negozio è stato distrutto.

Leuven – L’apertura ufficiale di “De Kop van Kessel-lo”, un grande progetto urbano che ha trasformato una grande parte dell’area intorno alla stazione di Leuven in un parco commerciale con negozi, uffici, hotel, ecc…è stato un po’ anticipato dalla presenza sul posto di alcuni graffiti del tipo “Distruggi il capitalismo” ecc. La notte dopo, altri graffiti sono stati tracciati sui muri del nuovo progetto urbano. I membri del comune sono rimasti shockati dall’atto vandalico, e sospettano gli anarchici. Qualche giorno prima o dopo, un poster che denunciava il progetto di “De Kop van kessel-lo” era comparso in città.

 

28 Ottobre

Brugelette – Vandali hanno rotto decina di finestre in una scuola a Brugelette. La scuola sta affrontando molti vandalismi come l’incendio dei cestini o il rovesciamento della spazzatura nel cortile.

 

29 Ottobre

Leuven – Un uomo sospettato di diverse rapine a mano armata contro bar e caffè nella città di Leuven, è riuscito a scappare velocemente. Quando il prigioniero è stato trasportato al tribunale di Leuven, lui è uscito dal furgone ed è fuggito. Grande allarme in città con decine di pattuglie alla caccia del fuggitivo. Alla fine, una pattuglia ha trovato l’uomo, che aveva coperto le manette con un maglione. L’uomo ha già trascorso 11 anni dietro le sbarre per diverse rapine.

 

31 Ottobre

Antwerp – Un prigioniero 40enne è fuggito tra le 5 e le 6 del mattino dalla prigione di Merksplas. Con un oggetto ancora sconosciuto, ha tranciato le sbarre della cella, è riuscito ad andarsene, e a scalare le mura e scomparire. Il prigioniero stava scontando una pena di 6 mesi per furto. Questa fuga è la quarta ad Ottobre da questa prigione in particolare … Le altre tre fughe sono avvenuta durante l’ora d’aria. Tutti e tre i fuggitivi sono riusciti a scalare il muro.

Saint-Rrmy – Nella notte tra venerdì e sabato, un cassonetto dietro la scuola è stato dato alle fiamme. Il veloce intervento dei pompieri ha evitato che il fuoco si estendesse all’edificio.

Lede – Intorno alle 8 di domenica mattina, il furgone del servizio postale è stato bruciato. I pompieri non hanno potuto evitare che il fuoco distruggesse il veicolo. Circa un anno fa, un altro furgone del servizio postale era stato bruciato nello stesso punto.

Dendermonde – Nella notte tra sabato e domenica, vandali hanno causato grandi danni alla Technical School di Dendermonde. La scuola ha subito vandalismi da molto tempo, qualche settimana fa addirittura un proiettile era stato esploso contro una finestra della scuola. Stavolta, alcune porte fuori e dentro la scuola sono state distrutte. Nelle segreterie, nell’ufficio del preside e in altri uffici, i vandali hanno distrutto tutto. In alcune classi, hanno distrutto computer e i proiettori nuovi di zecca. Danni per diverse decine di migliaia di euro.

This entry was posted in azioni dirette and tagged . Bookmark the permalink.