Grecia – Solidarietà allo squat NADIR da parte dei prigionieri membri della CCF e da T. Mavropoulos

* actforfreedomnow

# cenere

Qualche giorno fa i poliziotti hanno invaso lo squat anarchico Nadir per la seconda volta. L’invasione è avvenuta dopo il pestaggio dei fascisti realizzato da ignoti compagni. Azioni anarchiche violente come queste rendono più bella la routine nelle strade delle metropoli. Allo stesso tempo comunque fanno arrabbiare la polizia, che cerca di vendicare i collaboratori feriti. Le perquisizioni al NADIR e la detenzione dei compagni sono un messaggio. Un messaggio che il ritorno del consumo nelle vetrine del mercato e del falso intrattenimento nei bar della noia, non può e non deve essere disturbato da azioni anarchiche violente che mostrano che ancora non abbiamo abbandonato le strade.

Lo squat anarchico NADIR costituisce una falla nell’architettura della legalità. Una dissonanza nell’unanimità della quiete che inevitabilmente diventa obiettivo della polizia. Comunque la repressione poliziesca uccide un’impresa anarchica solo quando questa è già morta nella sua sostanza più basilare, l’attacco contro l’autorità. I compagni del NADIR hanno dimostrato che sanno come onorare i valori e la sostanza dell’anarchia. Noi da dentro la prigione stiamo vicino a loro esprimendo la nostra piena solidarietà a loro e alla loro lotta.

NON UN MILLIMETRO INDIETRO, 9MILLIMETRI NELLE TESTE DEI POLIZIOTTI

PER UNA NUOVA ANARCHIA

SOLDIARIETA’ AI COMPAGNI DELLO SQUAT ANARCHICO NADIR

 

I prigionieri membri della OR Cospirazione delle Cellule di Fuoco prima fase – Federazione Anarchica Informale:

Christos Tsakalos

Mihalis Nikolopoulos

Gerasimos Tsakalos

Giorgos Polidoros

Panagiotis Argirou

Olga Economidou

Damianos Bolano

Giorgos Nikolopoulos

Haris Hadjimihelakis

e il prigioniero di guerra anarchico:

Theofilos Mavropoulos

 

This entry was posted in presxs and tagged , , . Bookmark the permalink.