Grecia – Saluti e solidarietà dalle prigioni greche per Tamara


* actforfreedomnow

# cenere

Riguardo al caso dell’anarchica Tamara Hernandez

Sinceramente, potete sentire le voci dietro le sbarre?

Riuscite a cogliere gli sguardi pieni d’odio, a sentire i cuori in lotta per restare liberi dentro dei corpi sepolti nelle gabbie di cemento che hanno costruito?

Anche nella più piccola e oscura cella, i nostri pensieri attraversano i muri, si alzano sopra ogni filo spinato e sguardo di vigilante e viaggiano silometri per incontrarsi con degli spiriti liberi e coscienti che hanno lo stesso desiderio : Il desiderio per l’assoluta distruzione di ogni prigione.

Imprigionati in ogni angolo del mondo, sperimentiamo l’oppressione, la paranoia e la vendetta del sistema penitenziario, in ogni momento di una vita che è intrappolata nella routine della vita quotidiana in prigione.

Come la lotta iniziata in Spagna nell’autunno 2009 quando il rapinatore anarchico Amadeus Casellas, nonostante avesse scontato la sentenza di 20 anni impostagli, era ancora prigioniero. Durante lo sciopero della fame riguardante questa situazione, un pacco bomba arrivò il 7 Ottobre 2009 al direttore Albert Batlle della prigione di Catalogna, il quale era responsabile del caso.

Il 15 Dicembre 2009, l’anarchica Tamara Hernandez Zela Heraz è stata arrestata in quanto mittente di questo pacco con l’accusa di tentato omicidio. La compagna Tamara è rimasta in prigione per qualche tempo e ha partecipato alle lotte del movimento dei prigionieri e alla fine è stata temporaneamente rilasciata. Il 14/9/2011 sarà processata in merito al caso del pacco bomba per il quale l’accusa ha chiesto 16 anni.

Per noi la lotta contro la prigione non è né innocente né colpevole, ma parte integrale dell’azione anarchica. Non importa se la compagna l’ha fatto o meno, ma l’intera attitudine e comportamento che ha nel resistere aggressivamente al potere.

Dalle prigioni greche mandiamo i nostri saluti rivoluzionari e un segnale solidale alla compagna Tamara.

Nessun compagno, ovunque si trovi, non è solo

Per l’anarchia e la rivoluzione

Lunga vita alla Federazione Anarchica Informale

Lunga vita al Fronte Rivoluzionario Internazionale

 

Gli anarchici prigionieri di guerra:

Giannis Skouloudis

Sokratis Tzifkas

Dimitris Dimtsiadis

Babis Tsialinidis

Theofilos Mavropoulos

 

I prigionieri membri della CCF:

Panagiotis Argyrou

Gerasimos Tsakalos

Michalis Nikolopoulos

Olga Ekonomidou

Giorgos Nikolopoulos

Giorgos Polydoras

Haris Hadjimihelakis

Damianos Bolano

Christos Tsakalos

 

This entry was posted in presxs and tagged , , , , . Bookmark the permalink.