Bristol – Attaccate due banche

* actforfreedomnow

# cenere

Azione contro delle banche in solidarietà con i ribelli di Stokes Croft.

Nelle prime ore del 1 giugno due banche in Gloucester road a Bristol hanno subito la distruzione della maggior parte delle loro vetrine e i loro bancomat sono stati rotti con dei martelli. Questo è stato fatto nonostante il numero crescente di telecamere ad alta qualità lungo le strade della zona, e nonostante il fatto che quelli coinvolti sanno che è una strada trafficata dalla polizia. Martelli sbiancati sono stati usati per evitare impronte digitali e maschere e vestiti usa e getta per le telecamere.

Questo è stato fatto nello spirito dei ribelli di Bristol. Gli scontri di Stokes Croft non sono stati il risultato, ma fortemente connessi ad una campagna che ha fatto di tutto per fermare il supermercato non voluto. La gente compie l’unico passo logico che è stato lasciato e facendo ciò si rafforza oltre le sue stesse aspettative. La gioia sulle loro facce era una prova abbastanza evidente. Crediamo che questa chiara dimostrazione di autogestione e di organizzazione spontanea di strada sia stata una sorta di minaccia per la polizia e per il corrente sistema sociale più che una violenza contro di loro in quei giorni di rabbia (sebbene sia chiaro che l’una non può essere separata dall’altra).

Desideriamo inoltre autonomia e speriamo di vedere molta più intensità da parte dei nostri nemici. Incoraggiamo la gente ad autorganizzarsi per se stessa e contro questa cultura della cooperazione con le autorità.

Non riconosciamo nessuna legittimità alla polizia o al sistema giudiziario. Speriamo di diffondere questo sentimento tramite i mezzi pratici. Speriamo che questa azione contro due simboli del benessere e ineguaglianza giochi la sua parte nel rivelare il quasi invisibile e ironicamente totale conflitto che siamo costretti a condurre nelle nostre vite. Meglio ancora dando un senso del potenziale e del potere non reprimibile che abbiamo nelle nostre vite.

Ci fa male nel profondo quando vediamo persone parlare con la polizia in queste strade o condannare gli scontri senza una critica intelligente. Abbiamo un alto livello di disgusto riservato ai media e alla democrazia liberale che ha ridotto il livello di tensione circondando Stokes Croft tramite i suoi intensi condizionamenti morali. Per quelli che hanno lottato in quei giorni, diciamo questo: è stato perfettamente razionale, non sentitevi in colpa, ascoltate i vostri cuori. Ha funzionato una volta e un’altra ancora potrà funzionare ancora meglio se verrà fatto di nuovo.

In solidarietà con quelli che in quei giorni hanno combattuto, specialmente quelli catturati e che affrontano accuse, tenete duro, non collaborate.

Inoltre vogliamo usare questa opportunità per mandare un messaggio di solidarietà rivoluzionaria agli altri che stanno resistendo in altri paesi durante questo periodo di lotta crescente. Il nostro rispetto va a quelli che stanno affrontando la repressione a Bologna e Firenze, i ribelli fortemente attivi in Belgio, quelli che lottano contro la polizia e i fascisti nelle strade di Atene, e auguriamo inoltre un veloce recupero per i compagni feriti in azione: Theofilos Mavropoulos catturato e ferito in uno scontro con la polizia in Atene, Ioannis Kafkas sempre in Grecia e Luciano Pitronello Schuffeneger in Cile. A voi lasciamo alcune parole di ispirazione.

Ma solo colui che conosce e pratica la furia iconoclasta della distruzione può possedere la gioia nata dalla libertà, di quell’unica libertà resa fertile dal dolore. Mi ribello contro la realtà del mondo esterno per il trionfo della realtà del mio mondo interno” Renzo Novatore

 

This entry was posted in azioni dirette and tagged , , . Bookmark the permalink.