Compagno anarchico cileno gravemente ferito per l’esplosione di un ordigno

La notte del 1 giugno 2011 s’è verificata l’esplosione di un ordigno davanti ad una filiale del Banco Santander, in pieno centro di Santiago del Cile.

L’esplosione anticipata dell’ordigno ha gravemente ferito uno dei due compagni che lo stava collocando. L’anarchico cileno Luciano Pitronello Schuffeneger per le gravi ferite è stato condotto presso l’Hospital de Urgencia Asistencia Pública (Posta Central). Le sue condizioni sono piuttosto gravi: ha perso entrambe le mani, ferite gravissime al volto con perdita della vista, ustioni su diverse parti del corpo. E’ in terapia intensiva.

Fonti di polizia segnalano che l’ordigno consisteva in un estintore di 1 chilo, riempito con polvere nera ed attivato da un meccanismo ad orologeria collegato ad una miccia a lenta combustione.

I carabineros sono alla ricerca dell’altro compagno, fuggito dopo l’esplosione, mentre giunge notizia di una prima perquisizione domiciliare.

Seguiremo con attenzione gli sviluppi di tutta la vicenda.

Con dolore e rabbia,

Culmine, 1 giugno 2011

 

 

This entry was posted in azioni dirette and tagged . Bookmark the permalink.