SIAMO TUTTI FUORILUOGO

In un mondo sempre e nuovamente in guerra, con colonnelli pazzi che bombardano città ribelli e sceriffi globali che sparano contro tutti
In un mondo nuclearizzato, dai mari radioattivi e dalle terre avvelenate, dove un terremoto è un affare per le iene che ridono e un tumore un cliente in più per le lobbies sanitarie
In un mondo ossessionato dalla “sicurezza” ma in cui la sorte diciascuno è affidata a dottor Stranamore e a ministri coglioni, e la salute è in mano alle multinazionali del farmaco e ai trafficanti di scorie
In un mondo di ospizi di lusso per vecchi ricchi e call center e prigioni per giovani poveri, di anni azzurri e anni di piombo, di lavoro che non c’è e, quando c’è, è una merda, di vite ipotecate per pagare un affitto e di consumatori per noia
In un mondo nel quale la crisi economica viene usata per serrarti le palle e l’ennesima “emergenza” per farti chinare la testa
In un mondo di uomini e donne in fuga dalla guerra e dalla miseria, di campi profughi e deportazioni di massa, di posti di blocco e confini elettrificati, di schiavi per fame e morti per mare
In questo mondo, il mondo di Hiroshima, di Nagasaki, di Chernobyl, di Fukushima, il mondo di Auschwitz, di Mauthausen, di Gaza, di Ceuta e Melilla, di Porto Palo, di Lampedusa, il mondo di Gradisca, di Pontegaleria, di via Corelli, di via Mattei, di Ventimiglia

In QUESTO mondo siamo TUTTI fuoriluogo
perché in questo mondo
la vita è bandita,
costretta fuori,
in luoghi e angoli di una storia
che vogliamo ridurre in macerie una volta per tutte,
per poter finalmente respirare
e dare luogo a nuove forme di vita

Sabato 16 aprile tutti/e a Bologna ore 15.00 piazza XX settembre corteo a sostegno delle rivolte del Mediterraneo, contro la guerra e i suoi complici, per continuare la lotta di chi è stato arrestato e per ribadire a gran voce che “in questo mondo siamo tutti Fuoriluogo”.

Sabato 23 aprile tutti/e a Caorso ore 15.00 in Piazza della Rocca in corteo contro il nucleare e il mondo che lo produce, perché il nucleare si fermi con Fukushima

Letto e sottoscritto per passaparola da:
villavegansquat, libreria calusca-city lights, circolo dei malfattori, bagnanti metropolitani, cascina torchiera senz’acqua (milano), telos(saronno), csa baraonda(segrate), associazione
culturale Alambrado (cassolnovo), mercato occupato bari, f.o.a boccaccio (monza), individualità anarchiche del ticino, spazio 400colpi (firenze), assemblea stop nocività (crema), Lab Mappa Dura (Roma tre) assemblea permanente una volta per tutte contro il nucleare(milano-saronno) Comitato di Lotta Quadraro (roma) …

* Il 6 aprile il circolo Fuoriluogo di Bologna è stato messo sotto sequestro durante un’operazione di polizia congiunta in 16 città al termine della quale si contano 60 perquisizioni, 5 arresti e 7 misure cautelari. L’accusa è quella di “associazione a delinquere”. La verità è che vogliono colpire chi da anni si oppone alla guerra e
al razzismo con ogni mezzo necessario.

This entry was posted in azioni dirette and tagged . Bookmark the permalink.