Comunicato di Nunatak – Libertà per Arturo e Guido

Arturo e Guido, due dei compagni che animano la redazione di Nunatak-rivista di storie, culture, lotte della montagna, sono stati arrestati questa notte mentre partecipavano al presidio che a Condove (Valle Susa) cercava di fermare un treno Castor carico di scorie nucleari liquide provenienti dal reattore di Garigliano.
La presenza di poche decine di persone ha permesso di fermare questo treno della morte, ma non di riportare a casa sani e salvi tutti i presidianti. Loro hanno fatto qualcosa per tutti noi, ora sta a noi fare qualcosa per loro.

Arturo e Guido liberi! Fermiamo il nucleare!
I vostri compagni e compagne di Nunatak.

Appena sarà noto se rimarranno in carcere e dove, lo comunicheremo.

This entry was posted in presxs. Bookmark the permalink.

One Response to Comunicato di Nunatak – Libertà per Arturo e Guido

  1. francesca says:

    vogliono nascondere , trafugare , sotterrare la vergogna, vogliono continuare a distruggere la terra, a pagare solo chi quella terra la vuole salvare, non è giusto mettere il bavaglio alla verità.

Comments are closed.