Argentina: combate al estado ke asesina dia a dia a las mas pobres

Mientras exista miseria habra rebelión

Otra vez el estado; el gobierno y la burguesía, volvieron a asesinar, esta vez a dos pobres en villa soldati, en buenos aires, utilizando a la policía federal de cristina Kirchner y a la metropolitana de Mauricio Macri para reprimir y desalojar a quienes ocuparon un pedazo de tierra para vivir y desarrollarse como personas.

Estas matanzas como la de las 83 muertos en la cárcel de san miguel en chile la de Formosa hace poco tiempo atrás y la de Bariloche en junio demuestran que los intereses económicos de los que manejan el poder valen mas que la vida de quienes luchan día a día por sobrevivir en este sistema injusto, donde unos pocos son dueños de todo.

Los medios de comunicación hablan de enfrentamiento entre pobres, mientras que vimos a las mas necesitadas enfrentar cuerpo a cuerpo a las fuerzas represivas del estado y a sus armas. También escuchamos en estos medios a los reaccionarios que salen a pegarle a los mas débiles demostrando el racismo y el nacionalismo que esta sociedad nos enseña desde pequeños.

Este año ya suman 222 las personas muertas en manos de la policía de la democracia. Al terror del estado solo le podemos hacer frente con nuestras propias manos, organizados con el otro sin dirigentes que se quieran investir de autoridad para mantenernos sumisos y también debemos combatir el negocio de la tierra que provoca que millones de personas vivan en la calle mientras que algunos disfrutan de la opulencia y la explotación. Sin tierra no hay vida.

ANARQUISTAS

________

* vivalaanarquia.wordpress.com

______________________________________________________

Buenos Aires: due morti negli scontri tra squatters e polizia dopo un tentativo di espulsione massiccia

————————————————————————

traduzione: squat.net /8 dic. 2010/

La polizia argentina (polizia metropolitana e polizia federale) è intervenuta il 7 dicembre nel quartiere Villa Soldati di Buenos Aires per espellere “el Parque Indoamericano” (un quartiere squatter di più di 500 personne, la cui maggioranza indo-americana vive per lo più in case auto-costruite “illegalmente”). Un ordine d’espulsione era stato dato a centinaia di famiglie che vivono sul posto…

L’autostrada vicina al quartiere squattato è stata bloccata dagli squatters, che hanno edificato una barricata dandole fuoco e hanno lanciato pietre sulla polizia che cercava di riprendere il terreno. Duranti gli scontri la scocca di una macchina è stata data alle fiamme, obbligando gli sbirri a ripiegare (a causa dei fumi abbondanti dovuto a quel incendio).

Tutto è iniziato verso le h 19 e gli scontri sono durati fino a tarda notte, con la polizia sempre più brutale, decine di persone sono state manganellate e ferite (si vedono persone insanguinate in un video) e due persone sono morte, ammazzate dalla polizia, mentre una terza è all’ospedale, gravemente ferita da una pallottola in testa! Una bambina di due anni è stata anche lei colpita dal piombo! Ci sarebbero anche una decina di sbirri feriti.

I due morti sono Bernardo Salgueiro, un Paraguaiano di 24 anni e Rosemary Puña, una Boliviana di 28 anni. Bernardo è morto colpito da una pallottola in pancia, dalla polizia… Da un articolo apparso su Indymedia- Argentina, sua sorella Griselda ha dichiarato che si trovava sul posto per portare le nipotine a vedere la nonna ammalata… Gli hanno sparato addosso a trenta metri da casa, e lì è crollato al suolo e ha iniziato a vomitare. E’ morto poco tempo dopo.

(nota: altre fonti indicano che alla fine è morta anche la bambina di due anni.Inoltre indicano che i colpi di pistola non partirono dagli sbirri.)

D’altronde, numerose testimonianze rendono conto di brutalità da parte della polizia verso le persone arrestate, soprattutto al commissariato di Buenos Aires. Almeno una dozzina di persone sono attualmente agli arresti rinchiusi in diversi “comicos” della città.

La lotta nel quartiere Villa Soldati continua, dei terreni sono in corso di occupazione o di rioccupazione.

*Una manif è chiamata per questo mercoledì 8 dicembre 2010 alle h 15 a Buenos Aires.

Azioni internazionali di solidarietà con i rivoltosi argentini sarebbero le benvenute…*

Per informazione, il governo argentino è di centro-sinistra, con alla testa Cristina Fernández de Kirchner.

* * *

/Qualche link (articoli in spagnolo della stampa borghese argentina e di Indymedia-Argentin + video e foto):/

http://argentina.indymedia.org/news/2010/12/763531.php

http://argentina.indymedia.org/news/2010/12/763559.php

http://argentina.indymedia.org/news/2010/12/763524.php

http://argentina.indymedia.org/news/2010/12/763532.php

http://argentina.indymedia.org/news/2010/12/763555.php

http://argentina.indymedia.org/news/2010/12/763604.php

http://argentina.indymedia.org/news/2010/12/763612.php

http://argentina.indymedia.org/news/2010/12/763613.php

Online-911 [1

<http://www.online-911.com/leer.php?s=1&id=12534&t=Enfrentamiento-entre-la-

polic%C3%ADa-y-ocupantes-luego-de-un-desalojo>|2

<http://www.online-911.com/leer.php?s=1&id=12536&t=Dos-muertos-en-un-operativo-

desalojo-de-la-Metropolitana->]

Questa voce è stata pubblicata in General. Contrassegna il permalink.

1 risposta a Argentina: combate al estado ke asesina dia a dia a las mas pobres

  1. Pingback: Tweets that mention culmine : Argentina: combate al estado ke asesina dia a dia a las mas pobres -- Topsy.com

I commenti sono chiusi.