NO COMMENT…

Comunicato diffuso dalla Commissione di Corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana del 28 marzo 2010

La Commissione di Corrispondenza della FAI – Federazione Anarchica Italiana esprime massima solidarietà a Pietro De Simone, impiegato delle Poste di Milano, vittima dell’ennesima provocazione antianarchica e antiproletaria.
La libertà e i diritti degli immigrati, così come la chiusura degli infami lager denominati Centri di Identificazione ed Espulsione, sono obiettivi che non si raggiungono con gesti irresponsabili che mortificano, tra l’altro, le lotte intransigenti di chi si batte apertamente contro il razzismo e la discriminazione.
Una busta esplosiva, che colpisce vigliaccamente un lavoratore, è quanto di più congeniale agli interessi e agli obiettivi delle istituzioni che vogliono costringere la società italiana in un costante clima di paura. Una società impaurita è quella che meglio permette operazioni di asservimento, di macelleria sociale e di cancellazione del dissenso: le buste esplodono, i leghisti – fautori delle più bieche politiche razziste – da carnefici diventano vittime, lo Stato ringrazia.
Le anarchiche e gli anarchici della Federazione Anarchica Italiana rilanciano l’azione diretta dispiegata  pubblicamente nei conflitti reali, per una concreta e quotidiana sovversione dell’esistente.
Commissione di Corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana – FAI

28/03/2010

This entry was posted in informalidad and tagged . Bookmark the permalink.