Cile – La caduta di un muro nel carcere di Chillán causa l’evasione di 209 detenuti

fonte: Crónica Viva, 27.02.10

Dopo il terremoto di questa mattina che ha colpito 7 regioni del Cile, 209
detenuti sono evasi dal carcere di Chillán, nella regione di
Concepción, in seguito alla caduta di un muro di contenzione.

Dopo lo spavento causato dal movimento tellurico, i detenuti hanno dato il
via ad una sommossa ed hanno lottato contro gli agenti penitenziari.
I gendarmi hanno riacciuffato 60 detenuti, ma in 209 sono riusciti ad
evadere.

Dalle prime informazioni, quattro detenuti sono morti, ma si sta indagando
sulle cause del loro decesso.

Altri 600 reclusi dello stesso penitenziario saranno trasferiti in un
carcere di Concepción.

_____________________________________

Da notizie fornite da un compagno anarchico cileno, apprendiamo che s’è
verificata una sommossa anche nel carcere “El Manzano” di
Concepción, in cui sono rinchiusi diversi prigionieri politici
mapuche. Nessuna notizia dalle carceri di Santiago del Cile, dove si
trovano diversi compagni anarchici e rivoluzionari.

Alcuni spazi occupati di Santiago hanno subito danni di un certa entità, mentre i
compagni con i quali siamo in contatto sono illesi!

Culmine, 28.02.10

This entry was posted in azioni dirette and tagged . Bookmark the permalink.