Esplosioni a Salonicco

dalla stampa greca del 26 giugno, trad. culmine

Ignoti hanno fatto esplodere due ordigni di fabbricazione artigianale
composti da bombole di gas colpendo due obiettivi a Salonicco, nel
pomeriggio del 25 giugno, e causando danni materiali ma senza
vittime. Le due bombe sono esplose quasi simultaneamente presso gli
uffici del sindacato dei medici locali e la casa di un
alto funzionario regionale del servizio sanitario. Un terzo ordigno,
collocato davanti agli uffici del Ministero della Salute, non è
esploso. Sempre ieri, ma di mattina, un analogo ordigno costituito da
bombole di gas è esploso davanti ad una banca a Kalamaria,
vicino a Salonicco, provocando danni ma nessun ferito.

This entry was posted in azioni dirette. Bookmark the permalink.