Salonicco – Rivendicato attacco incendiario contro succursale bancaria

da es.contrainfo

trad. ParoleArmate

Lunedì mattina, 21 maggio, abbiamo collocato un dispositivo incendiario in una succursale bancaria in Papandreou av. nel quartiere di Neapoli. Abbiamo designato questo manipolo di ladroni come nostro obiettivo perché, oltre al loro ruolo di magnacci del sistema e ultimamente di parassiti, vogliamo essere solidali con l’anarchico Rami Syrianos accusato di un esproprio durante un’asta ODDY.

Il compagno è stato tenuto prigioniero negli ultimi due mesi in una “cella dei nuovi arrivati” in regime di isolamento, sorvegliato da una telecamera come punizione rispetto al suo rifiuto di sottoporsi ad una perquisizione corporale. Non è la prima volta che i combattenti dignitosi subiscono un’intensa repressione, tuttavia noi prendiamo una posizione aggressiva e contraria ad ogni punizione simile, così come abbiamo fatto con questa azione.

Salutiamo i compagni che illuminano le notti e scuotono i giorni tramite le loro azioni aggressive.

Forza al compagno Rami Syrianos!

Forza alla compagna Olga Economidou che affronta una situazione simile!

Solidarietà a tutti i prigionieri dignitosi in lotta tra le mura della democrazia!

Anarchici

This entry was posted in azioni dirette and tagged , , . Bookmark the permalink.